Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Siamo bruti, ma non rassegnati.

Ho letto con piacere questo pezzo sulla “dittatura dell’incuria”. Mi fa venire voglia di riprendere quello che dicevo qui. Premetto innanzi tutto che sono quasi completamente d’accordo con Gian Antonio Stella, quindi non ripeterò quello che lui già ha scritto, ma cerhcerò di aggiungere qualcosa.

Un giorno, ero a Dresda e sono andato a visitare un museo di strumenti scientifici. In fondo, il mio mestiere consiste nel costruire strumenti per fare ricerca scientifica, ero curioso e sono andato. C’erano macchine calcolatrici meccaniche, telescopi, sfere armillari, strumenti di navigazione, un sacco di cose. Di tutte, quella che mi è rimasta più impressa è una grossa lente per fondere i metalli concentrando i raggi solari. In realtà, ce n’erano più d’una, alcune erano devorate con dorature e stucchi, veri complementi d’arrebo barocco. Ma una era uno strumento operativo, di legno e vetro, senza dorature. Il piedistallo, tuttavia, non era un palo dritto, ma aveva una elegante modanatura, una silhouette raffinata. Non c’era nessun motivo perché non fosse un palo dritto, era solo per non offendere il senso estetico di chi l’aveva costruita e l’avrebbe usata nel suo laboratorio. Non siamo più capaci di una cosa del genere. Non so quando si sia consumato questo divorzio tra scienza e bellezza, ma è un fatto.

Molte cose vengono progettate solo in base alla praticità e ai costi. A volte si sente anche dire che la bruttezza è un pregio, perché se un oggetto è brutto vuol dire che chi lo ha pensato non ha perso tempo con l’estetica e si è concentrato sulla sostanza. Sicuramente esistono casi in cui, per poter funzionare, un oggetto deve avere certe caratteristiche e risultare brutto. Sono convinto che questi casi siano una frazione quasi irrilevante. In tutti gli altri, è la nostra diseducazione alla bellezza che ci rende ciechi di fronte ad un lavoro non curato.

Questo impoverimento culturale è secondo me alla base dell’incuria a cui fa riferimento Stella. Non solo abbiamo un abbassamento del livello di istruzione de nostri amministratori, ma abbiamo anche una separazione profonda tra le varie forme di cultura, un abbassamento della percezione dell’importanza della cultura nella gente, un abbrutimento complessivo. Stella spinge perché si investa su educazione e diffusione della cultura, e io sono d’accordo con lui. Non sono d’accordo con lui solo quando dice che si deve partire dai bambini. I bambini vivono in mezzo agli adulti e imparano dagli adulti. Io credo che si debba ripartire dai giovani. Dagli studenti universitari per primi. Dai futuri ingegneri, che devono aver letto Guerra e Pace e aver visitato almeno tre musei d’arte figurativa. Dai futuri semiologi, che devono sapere cos’è una varietà di Riemann (Umberto Eco lo sa, quindi non hanno scuse). Da tutti, che devono chiedere alla loro università corsi difficili e faticosi, perché vogliono laurearsi essendo davvero preparati. Poi, le stesse cose vanno estese alle scuole superiori, prima tra quelli che vorranno andare alla nuova università, poi tra i loro coetanei. Come una macchia d’olio, a fare il percorso inverso della macchia d’olio che ci ha portato dove siamo.

Stiamo diventando i bruti stigmatizzati da Ulisse nella Divina Commedia, ma finché non ci rassegnamo possiamo anche tornare indietro.

Annunci

Una risposta a “Siamo bruti, ma non rassegnati.

  1. @ioeilmiopc 6 marzo 2012 alle 12:58

    La bellezza sta negli occhi di chi NON guarda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: