Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Generazione X, Y, Z, fine.

Io appartengo, anagraficamente, alla generazione X. Al limite proprio, giusto prima che cominciasse la generazione Y. Citando da Wikipedia, “la Generazione X è generalmente identificata dalla mancanza di ottimismo nel futuro, dallo scetticismo, dalla sfiducia nei valori tradizionali e nelle istituzioni”. Io aggiungerei che noi siamo “i giovani”, i giovani per antonomasia, per definizione, per condanna. Continuiamo ad esserlo nonostante il mal di schiena e i capelli bianchi.

Qualche anno fa, qualcuno disse che era ora di metteri i giovani (ed intendeva quelli della mia età) di farsi una vita indipendente dalla famiglia da giovani (ed intendeva prima di me). Sarà che quel qualcuno è morto, ma in questi giorni leggiamo cose in aperto contrasto con questo auspicio. Auspicio che, perlatro, all’epoca era suonato offensivo e fastidioso a molti, forse quel qualcuno avrebbe dovuto usare le parole in modo più accorto.

Quello che leggiamo oggi parla di precarizzazione della ricerca e dell’accademia, dei sacrifici che deve fare un giovane per costruirsi una carriera creativa, dell’auspicio del Presidente della Repubblica affinché per i giovani finisca questo periodo di sfruttamento. I giovani sono sempre gli stessi di prima, generazione X che giovani non lo sono più tanto, generazione Y che lo sono ancora ma ragazzi non lo sono più, generazione Z che sta crescendo. Poi l’alfabeto ci farà la grazia di finire. Nel frattempo, un distinto signore di 87 anni spiega alla classe dirigente del paese che non può pensare che il 1994 si replichi all’infinito. Non è successo niente, da allora, nella nostra società. Tutto è fermo, in ogni posto ci sono le stesse persone. Noi, giovani ed ex giovani, siamo ancora ad aspettare di poterci costruire una vita.

Spiegatemi perché dovrei essere ottimista per il futuro, abbandonare lo scetticismo e riprendere fiducia nei valori tradizionali e nelle istituzioni. Spiegatemelo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: