Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Palloni scoppiati.

Premessa importante: ci sono argomenti che vanno affrontati con cautela, soprattutto se appartieni ad un gruppo umano che per qualche motivo è in aperta contrapposizione con quello di cui vorresti parlare. Ecco, io sono sampdoriano e vorrei parlare di quello che è successo oggi al Genoa. Mi prendo il rischio, ma lo faccio con le migliori intenzioni.

Oggi la partita del Genoa è stata interrotta e ripresa dopo una cinquantina di minuti a causa della forte contestazione dei tifosi nei confronti della squadra. Ora, nel mio mondo ideale, sia Sampdoria che Genoa sono in serie A e alla fine la Samp vince e il Genoa perde. Oggi il Doria è in B, ma non spero che ci venga anche il Genoa, piuttosto vorrei che tornassimo noi in A. Per questo, una punizione alla squadra non mi farebbe felice, né, tutto sommato, mi farebbe felice una penalizzazione del campo, ovvero dei tifosi. A parte una fetta di teste calde, un centinaio, parrebbe dalle foto, si tratta di persone che ci patiscono, piangono, si arrabbiano, ma non tirano fumogeni in campo, dove stanno dei ragazzini a fare i raccattapalle.

D’altra parte, di fronte a scene di questo tipo, non si può nemmeno fare finta di niente.

Lo stadio di Genova è bellissimo, con le gradinate che arrivano a bordo campo, come gli stadi inglesi: in più, rispetto agli stadi inglesi, ha delle paratie che separano i tifosi dal campo. C’erano anche oltremanica, fino a qualche anno fa. Fino a qualche anno fa, gli hooligans erano l’incubo delle polizie d’Europa, ad ogni trasferta in giro per il continente. Poi è successo qualcosa. La Thatcher, nel 1989, ha iniziato una serie di leggi per prevenire il problema della violenza negli stadi. Per tutti gli anni 90 le forze dell’ordine (e le società, e le tifoserie organizzate) hanno identificato e allontanato gli elementi più pericolosi, fino a trasformare gli stadi inglesi in un posto tranquillo, dove le paratie non servono a nulla. Da noi non si fa niente di simile, anzi, anche quando arrivano informative su certi personaggi, che so, dalla Serbia, di solito si fa finta di nulla.

Mi dispiace un sacco per quello che è successo oggi allo stadio Luigi Ferraris.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: