Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Contare gli esodati.

Contare gli esodati sembra un’impresa colossale. Io non ho idea di quanti siano, posso immaginare che, su una popolazione occupata di circa 23 milioni di persone, che in media lavorano per una quarantina d’anni, circa mezzo milione entrino nel mondo del lavoro ogni anno e circa mezzo milione escano. Per questo, mi sembra più ragionevole la stima dell’ISTAT, che parla di 350mila, che quella del governo, intorno a 60mila. 60mila vorrebbe dire poco più del 10% di quelli che vanno in pensione in un anno, che mi sembrano un po’ pochini. Detto questo, mi sembrerebbe naturale che qualcuno urlasse molto forte “chi è esodato alzi la mano” e che si mettesse poi a contare, prima di dire cose più o meno a sproposito. Ma si sa, noi “scienziati” non lasciamo volentieri spazio alla fantasia.

C’è poi la questione di quanto anticipare la pensione a queste persone possa costare. Una pensione media, allo Stato, non dovrebbe costare una cifra esagerata. Poniamo che sia gente che riceve, al netto, 15mila euro l’anno in media. Non credo che su una pensione si paghino i contributi previdenziali (sarebbe un po’ un controsenso), per cui, presumibilmente, il totale non sarà più di 25mila euro l’anno. Moltiplicato per 400mila (esageriamo i numeri ISTAT) fa 10 miliardi di euro l’anno. Non pochissimo, bisogna dire. Anche moltiplicando per 80mila (esagerando un po’ i numeri del ministero) vengono fuori 2 corposi miliardi di euro. Io non ce li avrei, per coprire questo buco.

A questo punto mi viene il dubbio che anche il numero del ministero sia troppo grande. Poi mi viene un altro dubbio, che questo numero non sia troppo grande dal punto di vista economico, ma che sia troppo grande da ogni punto di vista. Queste persone, con doti professionali mirabili, sono riuscite a scrivere una legge che si dimentica di una fetta di cittadini, una fetta che oscilla tra lo 0.5% e il 2% del totale dei lavoratori italiani. Per quella legge, questi non esistono, nel senso che non rientrano in nessuna delle categorie previste dalla legge. Visto che la legge è legge, sono loro quelli sbagliati, viene da pensare. Invece, forse, indipendentemente dal numero di esodati, è la legge ad essere scritta male. Tanto male che forse sarebbe meglio smettere di dare i numeri e rivederla dall’inizio, ché anche i tecnici ogni tanto fanno una schifezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: