Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Profumo di donna.

Noi umani abbiamo un olfatto estremamente raffinato e, di solito, lo usiamo pochissimo. Anche quando lo usiamo, spesso lo facciamo senza rendercene conto. Quando siamo raffreddati, spesso pensiamo di “non sentire i sapori”, quando invece non sentiamo gli odori: di fatto, i sapori sono solo cinque (o forse sei, ma abbiamo pensato per decenni che fossero quattro e siamo vissuti benissimo), mentre gli odori sono migliaia: con il solo senso del gusto è molto difficile distinguere la frutta dalla verdura, addirittura. Ci aiutiamo (consciamente) con la vista e il tatto e ancora di più con l’olfatto (ma inconsciamente).

L’olfatto è invece fondamentale per moltissime specie di animali. Attraverso l’olfatto, la maggior parte degli animali acquisisce le informazioni più rilevanti per la sua vita, riconosce il cibo, identifica i potenziali partner e percepisce la presenza dei suoi nemici naturali. Per questo, l’olfatto è gestito da una parte molto antica e primordiale del nostro cervello, molto strettamente legata alle emozioni e molto meno al ragionamento. Infatti è di solito molto difficile dare un nome alle cose di cui si sente il profumo, c’è un sacco di distanza tra il pezzo di cervello che riconosce gli odori e quello che dà il nome alle cose. D’altra parte, se sentiamo il profumo di una pietanza che ci preparava la nonna quando eravamo bambini, immediatamente ci ricordiamo se era il nostro piatto rpeferito, e siamo felici, o se era una cosa che odiavamo, e non siamo felici per nulla.

Nei corsi per assaggiatore di vino si impara a riconoscere i profumi e a dare loro un nome, un esercizio che mi ha insegnato ad usare un po’ di più il mio naso. Non è facile, bisogna allenarsi, ma i risultati sono incredibili. A volte, però, si hanno delle sorprese non del tutto gradite. A volte, ad esempio, si può incontrare qualcuno che porta un profumo particolare. Magari si è su un autobus, in mezzo a sconosciuti, e si sente un profumo di donna, ma non un profumo di una donna qualunque, ma quel profumo di Quella Donna. Lo riconoscete immediatamente, girate lo sguardo intorno a voi, pur sapendo che non può essere lì, perché sapete benissimo che è altrove, ma c’è il suo profumo, il vostro inconscio si attiva al massimo delle sue potenzialità e non è né perché pensa al cibo né perché pensa ad un predatore.

Profumo di donna. Non è solo un film.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: