Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Differenze sparse tra noi e gli americani.

Sono negli Stati Uniti. In un posto fortunato degli Stati Uniti, all’Università della California a Los Angeles. C’è un sole fantastico, temperatura estiva e in ogni edificio l’aria condizionata al massimo. Ci si veste per entrare e ci si spoglia per uscire. Stanotte, dopo aver spento il condizionatore enorme che ho in stanza, avevo quasi caldo. Ho pensato di lasciare un biglietto sulla porta della stanza, spiegando alla direzione dell’albergo che, se di notte fa caldo, prima di accendere il condizionatore si può togliere il piumone da inverno polare dal letto. Poi ho pensato che non avrebbero colto il messaggio, considerando che, nella hall, c’è un caminetto perennemente acceso. Un caminetto a gas acceso insieme all’aria condizionata quando fuori la temperatura è ideale. C’è del genio.

Uscendo dall’albergo, si deve attraversare la strada. Un americano non ti investirà mai. Se ti vede sul ciglio della strada, si ferma. Se tu rimani sul ciglio della strada, lui rimane fermo. Bisognerebbe organizzarsi e bloccare il traffico di tutti gli Stati Uniti, iniziando ad attraversare la strada lentamente e in gruppi. L’americano si ferma anche agli stop. si ferma proprio, sta fermo un paio di secondi e poi, se lo ritiene opportuno, riparte. Il fatto che non ci sia nessuno per chilometri è del tutto irrilevante, per lui. C’è lo stop e si deve fermare. E si ferma. Inconcepibile.

La benzina in America ora costa molto più che nel passato. Stiamo sui 4 dollari e mezzo al gallone, nel 2000 era poco più di un dollaro al gallone. Si lamentano meno di noi e prendono macchine che consumino meno. In fondo, non è difficile, basta scendere dai 5000 di cilindrata che erano la norma alle utilitarie da 2000cc e il gioco è fatto. Fra un paio di decenni, forse, arriveranno agli standard euro5, ma il prezzo della benzina non deve scendere, nel frattempo. Cosa poi se ne facciano, di una macchina da 5litri, non si sa. Oltre a fermarsi agli stop, ripartono lentissimamente (tutte le macchine hanno il cambio automatico, si stupiscono se dici loro che a casa tua hai una macchina col cambio manuale) e poi, comunque, vanno pianissimo, non ho mai visto limiti superiori a 75 miglia orarie (che sono i nostri 120) e se vai troppo forte ti arriva un elicottero sulla testa.

E poi l’americano mangia. Mangia tutto il giorno. Mangia solo cose non naturali. Mangia porzioni enormi di qualunque cosa. Il latte: intanto le bottiglie sono da un gallone o da mezzo gallone (un gallone americano sono quasi 4 litri, nel comparto bottiglie del mio frigo italiano non ci entra nemmeno) e poi c’è una scelta infinita. Latte scremato, scremato completamente, fat-free (hanno una passione per il fat-free, mangiano talmente tanta roba fat-free che sono grassissimi lo stesso), addizionato di proteine, addizionato di vitamina D, addizionato di cose che fanno bene alla crescita dei bambini o qualunque combinazione di queste cose. Latte intero no, non esiste. Però, su ognuna di queste bottiglie di latte modificato, c’è scritto “Attenzione: contiene latte”. In effetti, il dubbio poteva venire.

Queste sono proprio le prime quattro cose in croce che uno non può fare a meno di notare. Ce ne sono altre, sicuramente. Anche altre molto più significative, sicuramente. Comunque, se con un altro popolo abbiamo differenze significative nel dormire, nel mangiare e nello spostarci, dovremmo andare molto cauti, quando cerchiamo di tracciare analogie e parallelismi tra i nostri e i loro leader politici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: