Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Giovani, donne e Quirinale

In queste settimane va di moda buttare lì nomi per il prossimo Presidente della Repubblica. Per un’analisi dettagliata delle sue funzioni e delle sue prerogative rimanderei a wikipedia, soltanto ricorderei i tre requisiti fondamentali, cittadinanza italiana, godere dei diritti civili e avere compiuto 50 anni, e alcuni aspetti fondamentali:

  • ratificare trattati internazionali;
  • essere capo di tutte le forze armate
  • convocare e sciogliere le camere
  • promulgare le leggi (o rimandarle alle Camere, sotto certe condizioni)
  • nominare il Presidente del Consiglio
  • presiedere il CSM

Questa lista mi sembra già abbastanza densa. Mi sembra abbastanza evidente che si cerchino personalità di un certo spessore, per proporle come inquilini del Quirinale. L’ideale sarebbe avere qualcuno che sappia barcamenarsi tra le faide politiche interne, abbia l’autorevolezza per non sfigurare come vertice della magistratura e il riconoscimento internazionale opportuno a rappresentare il Paese in modo degno, o meglio ancora, in modo più degno di quanto non meriti.

In queste settimane va anche di moda lamentarsi del poco spazio che donne e giovani hanno ai vertici delle istituzioni e delle aziende, per cui il bisogno di un Presidente della Repubblica donna (e magari non troppo anziano, compatibilmente con il limite d’età previsto dalla normativa), sembra davvero una rosea prospettiva. Premetto che non sono affatto contrario, anzi. Ritengo che non ci sia nessun lavoro di concetto che un uomo possa fare meglio di una donna solo perché è uomo. Ho l’impressione, però, che il problema non sia limitato al Presidente della Repubblica. Non c’è mai stato un Presidente del Senato donna, ad esempio. Alla Camera invece ci sono state Nilde Iotti, Irene Pivetti e Laura Boldrini. Evidentemente la terza carica dello Stato è più accessibile della seconda.

Ora mi domando dove potrei andare a pescare, per aggiungere nomi alle liste dei giornali. Tra gli ex presidenti della Corte Costituzionale, ad esempio, ma prendendo solo i nati dal 1940 in poi (tra parentesi l’anno di nascita):

  • Ugo De Siervo (1942)
  • Giovanni Maria Flick (1940)
  • Annibale Marini (1940)
  • Pietro Alberto Capotosti (1942)
  • Gustavo Zagrebelsky (1943)

Come ex Governatori della Banca d’Italia possiamo contare su Mario Draghi (1947) e Ignazio Visco (1949, ma è ancora in carica), i loro predecessori Antonio Fazio (1936, con qualche ombra sul suo operato) e Carlo Azeglio Ciampi (1920 e Presidente della Repubblica lo è già stato) non sono idonei.

Qualcuno ha proposto il nome di Dario Fo, per cui ho dato un’occhiata anche ai vincitori di premi Nobel (qua leviamo il limite del 1940, altrimenti non rimane nessuno):

  • Mario Renato Capecchi (1937)
  • Carlo Rubbia (1934)
  • Riccardo Giacconi (1931)
  • Dario Fo (1926)

Il primo e il terzo, vista la lungimirante politica italiana sulla ricerca, sono emigrati in America e non sono sicuro che abbiano la cittadinanza italiana, tra l’altro.

Eviterò di citare personaggi provenienti dalla politica di primo piano, ché sono già più che noti. Quello che mi salta all’occhio è che, di questa dozzina, ci sono solo uomini. I presidenti della Corte Costituzionale sono stati sempre e solo uomini. I Governatori della Banca d’Italia anche. Qualche Nobel è arrivato anche a donne italiane, ma al momento nessuna è vivente. Ovviamente, nessuno di questi personaggi può essere definitio “giovane”, nemmeno secondo i criteri di eleggibilità a Capo dello Stato.

Quand’anche ci trovassimo con un Presidente della Repubblica donna, e non ci scommetterei, rimarremmo comunque in una società in cui la maggior parte delle cariche più rilevanti sono affidate a uomini, per di più non giovani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: