Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Del perché i complottisti sono invincibili.

Non vorrei che pensaste che sono accondiscendente con i complottisti di vario genere, non è così. Sono anche fortemente critico nei confronti della Chiesa, quando esprime giudizi strampalati su questioni che non la riguardano. Ciononostante, penso sia una battaglia contro i mulini a vento, quella contro certe categorie umane.

Prendete i complottisti. Sono convinti di conoscere una verità “scomoda”, che qualcuno, per loschi ed oscuri interessi, è intenzionato a tenere celata alle masse. Questo ci può portare a due conclusioni possibili: è vero (ma non mi viene in mente nessun esempio), oppure è una minchiata. Poniamo il caso di credere che sia vero. Ad esempio, potremmo considerare un ipotetico complotto per decristianizzare la nostra società, anche nelle piccole cose.

Pensate alle viti. C’erano una volta le viti Phillips:
phillips
Il loro significato mistico non può che esservi evidente. Portano una CROCE, il simbolo di Gesù e della cristianità. Ora, però, sui nostri computer portatili e i nostri smartphone (che, con Internet pretendono di assorbire completamente la nostra sfera spirituale) non ci sono più le viti Phillips, ma le Torx
torx
o peggio ancora le pentalobate
penta
che ricordano oltre ogni ragionevole dubbio una stella di Davide e un simbolo comunista, rispettivamente. Come non credere che ci sia un disegno, dietro tutto questo?

Poniamo che uno di noi scriva un perfetto ed esauriente post che dimostra come questa sia una minchiata, dicendo che è un modo del costruttore per scoraggiarti ad aprire il device senza essere capace (scoraggiarti, perché per 2 euro puoi comprare il cacciavite più strano nel primo negozio di cianfrusaglie cinesi che trovi). Chi ci crede reagirà dicendo che, essendo scienziati, cioè materialisti, cioè mangiapreti, cioè, presumibilmente, comunisti, facciamo parte del complotto e quindi ovviamente cerchiamo di negare che il complotto esista, tutti sanno che un complotto fallisce quando viene scoperto. Inoltre, molto spesso, chi crede alle teorie del complotto lo fa per una sua esigenza interiore: essendo insoddisfatto della realtà ed incapace a cambiarla, deve credere che ci sia un qualcuno che trama per impedirglielo. Questo ha risultati terribili, come insegna la storia dei Protocolli dei Savi di Sion, ad esempio.

Mettendo insieme tutto questo, mi sono rassegnato all’idea che il complottista sia invincibile, a meno che si verifichi una delle seguenti condizioni. Primo caso, che la teoria crolli in modo inequivocabile e roboante, poniamo Vannoni che muore dopo aver provato la cura Stamina (ma non credo che sia tanto pirla da provarla su se stesso). Secondo caso, non nasca una teoria del controcomplotto che faccia serpeggiare il sospetto che chi dice che le viti Torx e pentalobate sono “emissari del laicismo sfrenato” sia in realtà mosso da oscure e inconfessabili mire a sua volta. Voglio dire, normalmente, la reazione di chi crede alla teoria del complotto è emotiva, quella di chi non ci crede è razionale. Con uno scossone emotivo puoi far cambiare idea ai primi, con una prova razionale (un test clinico serio sul metodo Stamina che dia risultati positivi) puoi far cambiare idea ai secondi. Finché non si entra nel registro comunicativo dell’altro, si tende ad arroccarsi sulle proprie posizioni senza poter fare nessun passo avanti, anzi, al limite rafforzando le convinzioni dell’avversario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: