Un Bombarolo

There is nothing, nowhere, neither on earth nor in heavens, that can make the true untrue or the untrue true. (Bartolomeo Vanzetti)

Siamo tutti bravi, il giorno dopo.

Per la serie “articolo di merda del giorno”, oggi vediamo la perla de La Stampa.

Sul sito di 3BMeteo (che apprezzo e seguo con una certa regolarità), fino a giovedì non si prevedeva niente di eccezionale. Il bello del sito di Brivio è che dà l’attendibilità delle previsioni: è quasi sempre 90% (che vuol dire NON 100%, val la pena sottolinearlo), dopo l’alluvione hanno cambiato le previsioni (e ci sta, le rifanno ogni tot ore, non una volta al mese) e abbassato l’attendibilità.

Mercalli parla perché lo intervista Fazio (e non dovrebbe essere titolo di merito, in un modo civilizzato). Prevedeva casino sul Ponente: Bravo Luca, peccato che avresti chiuso le scuole di Varazze ed è esondato l’Entella a Chiavari.

Saffioti mi delude profondamente. Il giorno 8 Limet scriveva:
“la sopracitata depressione nord-atlantica migrerebbe verso sud-est, tentando di sfondare sul comparto europeo centro-occidentale. Un’evoluzione di questo tipo non porterebbe nulla di buono per la Liguria. Ma non allarmiamoci, la distanza temporale, assieme al margine di cambiamento previsionale, è ancora discretamente ampio”
Il giorno 9 diventa più drastico
“Per oggi la giornata di oggi lo stato del tempo cambierà ben poco, anzi peggiorerà ulteriormente con alto rischio di temporali autorigeneranti sul settore centrale costiero con conseguenti accumuli di pioggia elevati.
La collocazione dei fenomeni più intensi sarà stabilita dalla posizione che assumerà la convegenza dei venti al suolo, ossia lo scontro tra lo scirocco caldo e umido in risalita da SE e la tramontana fredda e secca in discesa da N. Indicativamente dovrebbe essere tra Savonese orientale e Genovesato.”

Per fare un confronto, ARPAL l’8 annunciava:
“Si potranno avere temporali forti, organizzati e persistenti, con maggiore probabilità dei fenomeni sul centro della regione e, in misura minore, su Tigullio ed entroterra savonese. Nel complesso dell’evento sono previsti quantitativi di pioggia areali significativi.”
Giovedì 9 il bollettino della Protezione Civile riporta
“L’Arpal ha emesso un bollettino di avviso meteo che attende temporali forti estesi e diffusi per tutta la giornata che potrebbero provocare allagamenti ad opera di piccoli canali/bacini con possibili piene improvvise di piccoli rii; fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibili allagamenti e danni ai locali interrati, provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Eventuale innesco di locali smottamenti superficiali dei versanti. Possibili disagi alla viabilità e danni localizzati a strutture provvisorie e vegetazione per locali forti colpi di vento, trombe d’aria, grandine e fulmini. Occasionale pericolosità per l’incolumità delle persone e beni.”
Non mi pare che Limet abbia previsto l’apocalisse e ARPAL niente, ma forse sono io che non capisco l’italiano.

Antonio Sanò, con inattesa onestà intellettuale, ammette che le previsioni NON indicavano criticità. Per una volta, ilmeteo.it si dimostra coerente. La chiosa del dirigente ARPA Emilia Romagna è poi significativa. “I falsi allarmi sono dannosi come i mancati allarmi”. Non è del tutto vero (nessuno muore di falso allarme), ma nemmeno del tutto falso.

In questa settimana si sono susseguiti gli stati di attenzione e di avviso, prima dell’alluvione, e i cartelli in strada riportavano la probabilità di forti temporali. Questo messaggio non è arrivato. Alla popolazione arriva solo la massima allerta, il resto si perde nel rumore di fondo della comunicazione 2.0. Tanto varrebbe avere solo due stati, “RAGA TUTTO REGO” e “MERDA COI PINOLI”.

Sono depresso e affranto, sia per la tragedia che ha colpito la mia città, sia per l’irrazionale caccia al capro espiatorio che l’ha seguita. La grandezza della tragedia è compensata dall’azione dei tanti volontari che stanno ripulendo la città, un esempio per tutti, non solo in Italia; la pochezza e lo squallore della seconda invece, saranno dimenticati alla prima giornata di campionato e questo, se da una parte mi consola, perché finiranno le polemiche, dall’altra mi deprime ancora di più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: